CHI SIAMO
Il progetto nasce nel 2009 dall’impegno di un gruppo di volontari composto da medici, infermieri, psicologi, personale dell’accoglienza e di accompagnamento. Con il sostegno di ACLI, ANOLF CISL, Ass. VOCE, AUSER, CARITAS, CGIL, Co.L.C.E., I Colori del Mondo, IPSIA, Lega Ambiente, Libera, Medici con l’Africa CUAMM, UIL, UISP, Un’Altra Storia, ha dato il via a un esperimento di libera assistenza sanitaria ambulatoriale, di orientamento e/o accompagnamento verso i servizi sanitari pubblici o convenzionati del territorio. Il servizio è rivolto esclusivamente a cittadini stranieri immigrati temporaneamente presenti in Italia (STP) e a tutte le persone senza fissa dimora.
Nell’attuale sistema sanitario regionale gli immigrati in attesa di regolarizzazione, esclusi dalle cure essenziali, sono esposti a rischi di complicanze e costretti a un uso improprio del Pronto Soccorso anche per le patologie più comuni.

SDF – Sanità di Frontiera, opera con successo ed è riconosciuta quale attività essenziale e utile da parte delle autorità pubbliche sanitarie e municipali di Varese e della provincia.


A DISPOSIZIONE DEGLI UTENTI

DOVE SIAMO
L’ambulatorio di Sanità di Frontiera è attivo presso la sede delle ACLI di Varese in via Speri Della Chiesa Jemoli n.9.

QUANDO
Martedì e venerdì dalle 18.00 alle 20.00.
Per eventuali comunicazioni e appuntamenti è necessario telefonare al numero 329.0723770 nei giorni e negli orari di apertura.

COME
Non è necessaria alcuna formalità.
L’accesso all’ambulatorio è libero, gratuito, e sicuro, per ottenere una prima assistenza sanitaria.

PERCHÈ

“La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti” – Art. 32 Costituzione Italiana.


CERCHIAMO VOLONTARI professionisti della sanità, collaboratori di supporto e addetti all’accoglienza degli utenti, che desiderino entrare in contatto con il mondo della sanità per gli immigrati e ai senza fissa dimora. Prevediamo anche l’ampliamento del progetto in altre città della provincia.

ORGANIZZIAMO periodicamente delle giornate di studio e approfondimento su temi legati al fenomeno migratorio, aperte a tutte le persone interessate ad in particolare ai nuovi volontari.

Sanità di Frontiera è un luogo sicuro e accogliente dove viene offerta gratuitamente una prima assistenza sanitaria agli immigrati e ai senza fissa dimora.
Dal 2009 i nostri medici, psicologi, infermieri e personale d’accoglienza, si sono prestati con oltre 3.500 visite presso l’ambulatorio messo a disposizione dalle ACLI di Varese.

SDF – Sanità di Frontiera annovera numerosi volontari tra medici, infermieri, psicologi di grande esperienza e formazione specifica, regolarmente aggiornati.

Noi siamo convinti che il diritto alla salute per i cittadini stranieri, anche se irregolari, sia irrinunciabile e i diritti e le libertà debbano essere riconosciuti a tutti senza distinzione alcuna.
I volontari di SDF garantiscono assistenza sanitaria a cittadini stranieri irregolari e non.

Sanità di Frontiera è un progetto dell’Associazione di volontariato:
I Colori del Mondo

-> BROCHURE SANITA DI FRONTIERA